Prodotto
Caco mela
Prezzo: 5,84 € 4,67 €
Confezione: 1 kg.
agricultureA.A. Molino (Vinovo)
Il caco (o kaki) (o loto) appartiene alla famiglia delle Ebanacee, il suo nome botanico è Diosryros kaki ed è la specie più coltivata del genere Diospyros.
Originario dell’Asia orientale, la sua coltivazione, che risale a circa duemila anni fa, si è quindi diffusa gradualmente dalla Cina alla Corea e al Giappone, per sbarcare in Europa nella seconda metà dell’Ottocento.
In Italia sembra che venisse inizialmente apprezzato e coltivato per finalità ornamentali, soprattutto in zone caratterizzate da clima caldo e temperato, che generalmente il cachi predilige.

Il caco mela pianta, chiamato anche cacomela, melacaco, kaki mela, cachi mela, melo cachi, melo caco e caco duro è una specifica varietà di caco che si differenzia dal caco tradizionale e dal caco vaniglia per la quasi assenza di tannini, sostanze che sono responsabili dell’astringenza della frutta.
Questa peculiarità fa sì che il caco mela possa essere consumato anche prima che abbia raggiunto il massimo grado di maturazione, risultando così più simile alla mela per la modalità di consumo.
Il loti frutto, dall’inconfondibile colore arancione, ha una polpa dolce, cremosissima e una buccia quasi impalpabile oppure più soda a seconda della varietà, è l’unico frutto autunnale arancione presente sulle nostre tavole.
Le dimensioni del frutto del cachi mela in genere sono lievemente più grandi dei normali cachi classici (kaki tipo), il colore è arancione chiaro, la buccia è lucida e ha un grado di dolcezza particolarmente alto ma non troppo intenso come avviene per le altre classiche varietà da mangiare dopo l’ammezzimento.
La polpa del cacomela è molto croccante e può essere mangiato subito appena colto, anche a consistenza dura, affettandolo con il coltello come si fa con le mele.

Prezzo/Kg.: 5,84 €